Come il mercurio causa processi neurodegenerativi cerebrali

8

Importante studio della Facoltà di Medicina, Fisiologia e Biofisica dell’Università di Calgary in merito agli effetti neurodegenerativi cerebrali causati dal Mercurio.
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=kD9h0RtJl4o&feature=youtu.be]

Comments ( 8 )

  • Grazie alla Mineral Test per la pubblicazione del video. Purtroppo gli effetti del mercurio sono terribilmente evidenti…
    Un caro saluto,
    Barbara

    • Grazie a Voi per l’attenzione che Ci dedicate. Questo ci stimola ancora di più a portare avanti il nostro lavoro di ricerca e informazione, nella speranza di essere sempre più utili.

  • E’ possibile risolvere, togliere il mercurio dal cervello? E una volta tolto il mercurio, i neuroni ricrescono, o sono perduti per sempre? La brillantezza mentale persa si può ripristinare?
    Grazie per le risposte.
    Giovanni

    • Dalla nostra esperienza sembra proprio che si riesca ad eliminare il Mercurio da tutto l’organismo, compreso il cervello. Una delle prime cose che il paziente nota dopo l’integrazione è l’efficenza mentale. Il cervello umano ha una enorme potenzialità anche se sfruttata solo per il 5% circa e quindi si assiste spesso ad un recupero insperato di funzionalità perdute.

  • Il video è interessantissimo; i processi neurodegenerativi cerebrali si possono o riescono a diagnosticare, mettere in evidenza, tramite qualche esame diagnostico, per esempio una risonanza magnetica, oppure altro? Ci sono collegamenti anche con la retina, con la perdita dell’udito, ed il funzionamento del cervelletto?
    Grazie per l’attenzione.
    Molti saluti.
    Annamaria

    • Attualmente non esiste un sistema di indagine che possa diagnosticare con certezza che un danno neurodegenerativo sia causato dal Mercurio o altri metalli tossici. Naturalmente con la diganostica medica attuale (risonanza magnetica, PET, eccetera) possiamo evidenziare il danno neurodegenerativo ma non effettuare una diagnosi causale.
      Per quanto riguarda la possibilità di danni secondari al Mercurio, tale elemento è in grado di procurare danni gravi in qualsiasi organo o apparato inclusi la retina, l’apparato uditivo e il cervelletto.

  • Interessantissimo il video del mercurio.Potrei aggiungere che nella sfortuna di avere una triibile malattia mi sento fortunato a conoscere la mineral test.
    Un grazie a tutti
    Vito

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

COMPILA IL MODULO ONLINE!