Ormai è certo! L’ambiente inquinato delle nostre città è causa diretta dell’aumento di ictus e infarti

“L’aumento di 10 μg/m3 di PM2,5 comporta un incremento del 2,5% di rischio di infarto miocardico acuto e quello di 1 mg/m3 di CO comporta un incremento del 4,8% di rischio di infarto miocardico acuto”. Non a caso, è già conosciuta da tempo l’incidenza negativa dei metalli tossici sull’apparato cardiovascolare.

Di seguito il documento
Position parer DEF

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *